martedì 24 maggio 2011

amenità della campagna

Sono reduce da una notte insonne, causa Cubetto febbricitante. Mi concedo una pausa in giardino. Sdraiata sull'erba del prato, chiudo gli occhi e assaporo il delizioso gusto amaro di un lungo caffè bollente.
 Il sole scalda le gote, la brezza leggera lambisce il viso, gli uccellini cinguettano.
Ah, l'impareggiabile pace della campagna!
All'improvviso tale sinfonia campestre viene lacerata da un cinguettio disperato. Rovescio la tazza di caffè, spalanco gli occhi. Il cinguettio disperato proviene dalle piante di bambù! Lesta come una lepre, corro a vedere. Che sarà mai?
Un serpente ha attaccato un nido, l'ha rovesciato, è scivolato dall'albero ed ora pende, lunghissimo, (almeno un metro, vi assicuro!) con un piccolo merlo tra le fauci!
La Tarzan che è in me vuole agire... Che fare?
La casalinga che è in me, agisce.
Raggiungo la scopa e afferrandola a mo' di scimitarra, mi precipito fulminea contro la serpe ancora penzolante. Il merlotto strepita. I suoi fratelli, caduti dal nido, strepitano. Meno un colpo di scopa alla predatrice, che cade sul prato, ma non molla la preda. Decisa e implacabile, meno un altro fendente contro quella distruttrice di nidi. Finalmente la serpe lascia andare l'uccellino, che zampetta via terrorizzato, e, costernatissima, immagino, scivola via perdendosi tra le foglie secche.
Mamma merlo avrà tutto il pomeriggio per riunire la sua prole.
Mamma umana è un poco preoccupata: si trattava forse di una vipera? Ricerca su internet e divieto per i piccoli umani di giocare a piedi nudi in giardino.

26 commenti:

  1. mamma mia che coraggiosaaaa! ma creto deve aver fatto una bella impressione vedere il merletto nelle fauci del serpente! non avevi paura che cercasse di attaccarti?
    baci

    RispondiElimina
  2. So che le vipere hanno la testa diversa dalle bisce, forse più schiacciata...ma dopo tutti i tuoi fendenti mi sa che non c'è più differenza! comunque le vipere amano la quiete quindi è assai difficile che si stabilisca in un giardino, la trovi nei sentiri di montagna. Caso mai metti ai tuoi figli il collare col campanello come si fa coi cani per non farli mordere!

    RispondiElimina
  3. Ecco, non sono stata attenta alle differenze e non penso volesse attaccare, solo fare uno spuntino... Ma l'idea del campanello non è male!

    RispondiElimina
  4. io sarei scappata... moooolto lontano! :P

    RispondiElimina
  5. ma dai, vedi che non ci si annoia nemmeno in giardino ;)

    Hai visto almeno se era colorato? Certo che non sarà stato felice di aver perso il pranzo :P

    RispondiElimina
  6. Dalle foto trovate in internet poteva essere una vipera come no! Ero intenta a salvare il merlotto e non ho fatto caso alla forma della testa... Ora passo da te poi filo a letto!

    RispondiElimina
  7. Niiiiiiiiii!!!!!!!! Ho il terrore delle vipere, delle biscie e di tutte le cose che striscinao! Pensa che mia sorella li ha avuti anche in casa (in teca, ovviamente), ed hanno pure proliferato!
    La casalinga che e' in te e' stata un mito!
    La mamma che e' in te fa bene a tenere lontani i bambini dagli angoli oscuri del giardino! (ma le vipere, se non vengono disturbate, non attaccano)
    Anche da mia madre ne ho incrociata una in giardino, ma di solito sono loro a scappare.....
    Puoi sempre chiamare un acchiappavipere!

    RispondiElimina
  8. più probabilmente era una biscia, anche perché era abbastanza lunga, cmq le bisce hanno testa ovale mentre le vipere triangolare

    RispondiElimina
  9. e' di conforto sapere che si puo' sempre contare su una casalinga pensante e reattiva e per nulla disperata!!
    yeppa!!
    elena

    RispondiElimina
  10. Scrivi veramente bene, hai mai pensato a un libro? mentre descrivi i fatti sembra di essere lì con te.
    Ciao, cara, buona giornata

    RispondiElimina
  11. Brava! La casalinga che è in me si sarebbe barricata in casa fino all'arrivo della dolce metà. Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
  12. Mi associo a giglio, leggevo trattenendo il respiro!

    RispondiElimina
  13. Ciao 6cuori....chiunque vive in campagna deve, prima o poi cimentarsi con l'incontro che non vuole fare, cioè il serperntello di turno! Non so dove vivi, ma, dalla lunghezza, magari anche dal colore scuro/uniforme/nero?, dovrebbe essere un semplice serpente di campagna, innocuo; qui da me li chiamano "saettoni", giuro di non sapere il nome scientifico, ma sono assolutamente innocui, non danno fastidio e stanno ben lontani dalle fonti di rumore. Una buona cosa, per umani grandi e piccoli, sarebbe quella di "fare rumore" quando si è fuori, e indossare sempre gli stivaletti di gomma; un'altra tecnica tradizionale è quella di bruciare materiali gommosi, dato che questi odori distrurbano questi ospiti......
    ciao franc

    RispondiElimina
  14. Un urrà per Seicuorieunacasetta, mamma coraggiosa sempre pronta a difendere i più deboli e indifesi :D

    Urrà Urrà!!!

    RispondiElimina
  15. Grazie a tutte! Di vipere e di bisce ne ho viste ancora e questa non saprei come catalogarla... Non l'ho vista bene, purtroppo. E' stata una battaglia fulminea! In più non sono più riuscita a trovare il merlotto, quindi non so se è morto per il veleno o è riuscito a fuggire.
    Grazie per i complimenti... Che mi fanno arrossire, ma anche tanto piacere!

    RispondiElimina
  16. Complimenti per il coraggio!!! Io in campagna dai miei di fronte a serpenti vari mi dò puntualmente alla fuga, bravissima!!!! :-)

    RispondiElimina
  17. Cavolo! Lo sai che è successo la stessa cosa da me l'anno scorso!!! Una paura che non ti dico!!!! Purtroppo non sono riuscita a salvarli tutti... un abbraccio

    RispondiElimina
  18. vabé: io avrei chiamato i vigili del fuoco. Moderna Jane, Tarzan ti fa un baffo!!!

    RispondiElimina
  19. o mamma...io sarei scappata a gambe levate...ma proprio scappata via...sei veramente un mito...credimi!!!!

    RispondiElimina
  20. che coraggio...ma da una super mamma come te non ci si poteva aspettare di meglio...hai difeso quei poveri cuccioli come fossero i tuoi,,,super

    RispondiElimina
  21. Grazie a tutte per aver letto e commentato la mia intrepida battaglia! In quanto a coraggio... Diciamo che non si trattava di un serpente boa!

    RispondiElimina
  22. super...sei stata super coraggiosa...e hai avuto i riflessi pronti

    RispondiElimina
  23. Mentre leggevo mi dicevo: si ma adesso seicuorieunacasetta scappa! poi prende la scopa ... si ma ora scappa! dopo la prima legnata ... si ma insomma ...quand'è che scappa che quell'enorme BOA, mangerà anche lei???
    Non ho parole per il tuo coraggio!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...