martedì 7 febbraio 2012

Che notte quella notte, mi svegliai con le ossa tutte rotte


I suoi bambini, 14 mesi in due, dormono tutta la notte. Amica C mi consola: "Sarà il latte artificiale, che li  sazia di più...". Non è vero per niente: il primogenito di cognato P è allattato al seno. Dorme sette ore filate da quando aveva due mesi.
Sospiro. Per noi, otto ore di sonno continuato restano, appunto, un sogno.
Iniziò nove anni fa. Mesi di notti insonni, passate a cullare su e giù per la casa il nostro primo adorabile neonato. La mia mamma mi regalò il libro di Estivill. Lo lessi d'un fiato. No! Mai avrei inflitto al mio Giacomino un simile trattamento!
I consigli dei vicini, dei suoceri e delle amiche single si sprecavano:
"... Ma se lo prendi in braccio appena piange!"
"... Ma se sei sempre lì ad allattarlo!"
"... Ah, che coppia inesperta... con i bambini non ci sapete fare...".
La coppia inesperta andò avanti per la sua strada e arrivò il secondo figlio. Che dormiva peggio del primo. Il libro di Estivill occhieggiava dalla libreria. Il pediatra suggeriva un magico sciroppo. Resistemmo.
 Francoise Dolto insegna di parlare ai bambini. Parlare, spiegare, ché loro capiscono. Una sera  spiegai al piccolo Leonardo che la mamma e il papà di notte avevano bisogno di dormire. Lui facesse pure quello che voleva, noi volevamo riposare. Quella notte chiusi la porta della nostra camera. Leonardo si svegliò, chiamò, bussò e bussò.
"Piccolino, torna in camera con i tuoi fratelli!"
"Leonardino, ti avevamo spiegato..."
"Insomma, lasciaci dormire!"
Pssssssssssssssssssssssssssss
"Che sta facendo?"
"Accidenti..."
"Che sta facendo?"
"Ehm...  credo stia facendo pipì sulla porta."
Insomma, la Dolto quella notte non servì a niente.
Arrivò il terzo figlio.
Arrivò il quarto. Mi dicevano le amiche: "Caspita, non si direbbe che ti stai occupando di un neonato. Che aria riposata, che aria rilassata che hai!". Le mettevo a parte del mio segreto:  la culla (vuota) accanto al letto, il bebè tra le mie braccia. Risvegli e allattamenti erano facilissimi, quasi non me ne accorgevo.
A svezzamento iniziato da un pezzo, gli preparammo il lettino in camera dei fratelli e il papà, tranquillamente,  insegnò al piccolo Elia a dormire da solo. Ci mise tre giorni.
 Adesso Leonardo ha sette anni e di notte si sveglia ancora spesso. Un bicchiere d'acqua, una capatina in bagno, un bacio e una carezza, di solito bastano. Altrimenti gli faccio un posticino accanto a me, sotto le coperte, e lui tira dritto fino a mattina.

"Mamma, stanotte noi quattro possiamo fare come Qui, Quo, Qua? Domani è vacanza!"
Si mettono a terra i materassi e i bambini dormono allegramente insieme. Orribili mostri sotto il letto. Inquietanti bisbiglii dai cassetti. Strani fruscii alla finestra. Non importa. Stanotte mamma e papà dormiranno sonni tranquilli!
                                  

Questo post partecipa al
blogstorming

34 commenti:

  1. Vedo che usiamo lo stesso trucco ;) Matteo non ha dormito 19 mesi e l'unico modo per riposare era tenerlo in mezzo a noi. Lui stava sveglio, giocava con le sue manine o si faceva qualche risata e noi potevamo dormire. nel suo letto (accanto al nostro) piangeva e non c'era verso di riposare.
    Che bello tutti i materassi a terra, anch'io voglio fare come Qui, Quo e Qua :)

    RispondiElimina
  2. ho scritto un post che potrebbe interessare^^

    bhe per quanto riguarda il mio mattia dorme pochissimo

    RispondiElimina
  3. Che dire...ci sono passata...e la soluzione è stata la stessa....il quarto non sa cosa siano nè culla nè lettino...e la cosa più bella e dolce è sentirlo vicino a me caldo e pacifico durante la notte...il suo fratellone qualche mese fa ha preteso di andare a dormire da solo nel suo letto in camera con le sorelle...ho fatto più fatica ad accettare io questa separazione da lui...tutto contento della nuova conquista...nel lettone è tornato una sola notte...alle prese con la gastroenterite...ogni bambino ha i suoi tempi...credo che noi grandi dobbiamo imparare a rispettarli e anche sul dormire...accettare anche le loro esigenze e non solo le nostre "di normalità".
    a presto

    RispondiElimina
  4. Anche se la mia epserinza è stata di una figlia, ho percorso tutte le tappe da te descritte, passando in men che non si dica all'ultima.... dopo aver letto "Genitori di giorno e di notte". Estvill l'ho messo da parte subito. Il lettino è stato spostato verso i sei anni e i risvegli sono continuati per altri tre circa. Ora tutto ok. Il mio mantra era: "Non ci sono diciottenni che dormono con i genitori". E poi, ho capito da subito che agli altri dovevo mentire. Spudoratamente. "Dove dorme?" "Nel suo letto", era la mia risposta sibillina. Che poi il suo letto fosse nella mia stanza e che fosse quasi sempre vuoto... lo omettevo. Alle persone che venivano a casa, dicevo che lo usavo per situazioni di emergenza e lo lasciavo là in modo tale che quando ci fossero le emergenze, la piccola non dormisse nel lettone. Non ero diabolica?

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutte e quattro per aver commentato. Vedo che la soluzione è stata la stessa: bambini felici e mamme riposate e con la pelle liscia... Anche il mio mantra è quello dei diciottenni che dormono da soli!
    E poi: avere il mio piccolo Elia accanto a me per tutti quei mesi è stato meraviglioso (tanto poi è finito). E se ha inciso solo in minima parte a formare il carattere meraviglioso che questo pargolo si ritrova...
    Mai avuto un bambino che sorride SEMPRE, che è SEMPRE di buon umore come lui!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho tenuto duro con i gemelli fin quasi ai due anni, poi a turno arrivano nel lettone ....ancora adesso non dormono quasi mai una notte di filata o entrambi ...ma ora il trucco è: vieni nel lettone e dormiamo tutti!

      E cosi sia ...l'avessi fatto prima invece di incaponirmi !!!

      Elimina
  6. Io ... non vorrei infierire.... ma i miei hanno sempre dormito tanto, soprattutto da quando hanno cominciato a non richiedere più la poppata notturna. A parte quando stanno male ovviamente.
    Sarà genetica, anche noi genitori siamo dei gran dormiglioni ;) Noi ci scherziamo dicendo che nella vita non combineremo mai molto con tutte le ore che passiamo a dormire ;)

    L'ultima per mancanza di spazio è ancora in camera nostra e ormai ha tre anni... tra non molto cambieremo casa, mi mancherà :(

    RispondiElimina
  7. @franci: come dice Palmy a 18 anni se ne andranno dal lettone... e se siamo fortunate, anche prima!

    @Mikela: in effetti, il mio cicciottello mi manca... comunque non hai infierito. Sei una grande fortunata! :) Come cognato P e amica C, accipicchia.

    RispondiElimina
  8. Nel periodo delle colichette, il pediatra mi disse che un suono ripetuto e un po' forte poteva calmarli. E allora sai che ho fatto più di una volta? In piena notte ho acceso il phon (per il primogenito)e l'aspirapolvere (per il secondogenito), loro si sono calmati e io ho continuato a dormire con i sensi di colpa... nei confronti dei vicini!
    Ora che sono cresciuti ho il problema inverso, la mattina non li svegli più neanche con le cannonate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella dell'aspirapolvere l'hanno raccontata anche a me: pare che sia simile al rumore dello scorrere del sangue materno sentito dal bimbo dentro l'utero. Ci ho provato anch'io!

      Elimina
  9. Che bel post...mi consola un sacco vedere che non sono l'unica "pessima mamma" a promuovere una sorta di anarchia notturna!!! Gemma dorme nel lettone (quando vuole lei!!) da quando è nata e noi ci godiamo un sacco il nostro menage a troi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti siamo in tante... chissà cosa penserebbe Estivill se ci leggesse! :)

      Elimina
  10. mmm... io ancora non l'ho capito come hanno fatto i miei ad "imparare" a dormire... l'ultimo però a due mesi dormiva quasi 8 ore...e io ho chiamato lapediatra e gli ho chiesto se era normale, e lei mi ha detto che sì era normale, e allora io le ho detto che gli altri due non facevano così e lei mi ha detto che anche loro erano normali...mha...misteri di Morfeo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insomma, mi sono capitati quattro figli che "normalmente" non dormivano. Pazienza! :)

      Elimina
  11. A casa mia di notte ci sono di quei traslochi che non vi dico, noi siamo scesi a questo compromesso, e pace, la cosa più importante è dormire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti. Anche perché quei pargoli ce li teniamo anche di giorno... :)

      Elimina
  12. Fino a qualhe mese fa il letto era attaccato al lettone,ora è nella cameretta ma a metà notte o vado io con lui o viene lui tra noi

    RispondiElimina
  13. Complimenti per il tuo blog, lo leggo sempre con molto piacere!!!Se passi da me ho un premio per te!!!
    Laura

    RispondiElimina
  14. ahahah io ho dormito con mamma e fratello finche nn mi sono sposata...se i miei pupi nn avessero dormito penso proprio che avrei fatto come te...il mio bimbo e la.mia bimba quattordici mesi in due...dormono..hihihi e allora come consolare la mia migliore amica? lei ne ha 4 e non fa 8 ore di sonno da 9 anni....diciamo che esteville lo ho sbirciato per curiosita ed e orribile meglio hogg...diciamo che per consolarti ti diro che i tuoi sono angeli tutto il giorno...i miei crescendo chissa...e poi vabbe....mi faranno penare un po in altri modi....ma sara sempre una felicita vederli crescere ogni giorno. ti voglio bene ...p.s. anche al mio amico e ai miei nipoti. un bacio ...amica c + bimbi

    RispondiElimina
  15. Ciao i miei hanno dormito sempre bene ma perché li abbiamo tenuti nel lettone con noi, mi sembrava una pazzia metterli in un'altra cameretta, svegliarmi 5 volti per allattarli e 5 volte farli riaddormentare! Ora siamo rimasti con un bimbo nel lettone fino a dicembre eravamo in 4 ma capita che delle volte arriva anche il più grande nel lettone nel cuore della notte e s'infila in qualche buco senza svegliare nessuno...perché dice che fà brutti sogni...Il primo ha dormito con noi fino a 5-6 anni il secondo già a 7 mesi dormiva (anzi voleva) da solo nel suo lettino da viaggio ma anche era l'unico che ha 9 mesi camminava già, il terzo ha dormito con noi fino a dicembre e l'ultimo che ha 17 mesi ma che rimane un gran tettone anche notturno dorme pacificamente con noi e così riposiamo tutti felici :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche da noi capita che arrivino tutti quanti, solo che non ci stiamo: loro dormono e noi stiamo svegli. Ma succede rarissime volte. Ho smesso di allattare Elia a 18 mesi, perché continuava a svegliarsi: mi prendeva come ciuccio e ho "sentito" che era giunto il momento, per noi, di smettere. Mi è dispiaciuto anche perché sapevo benissimo che quella era proprio l'ultima volta.

      Elimina
  16. Col primo figlio ho avuto problemi, dormiva pochissimo di notte, l'ha fatto fino a 18 mesi poi il pediatra gli ha dato il famoso sciroppo e abbiamo risolto, ha imparato a dormire? mah...
    Con la seconda nessun problema, sempre fatto la nanna...
    Però ora sono grandi e non si dorme lo stesso quando escono di sera....
    Quindi...che altro dire? certo non ti ho consolata...
    Bacio grande ^_^

    RispondiElimina
  17. @giglio, e non si dicono queste cose!!! facci sperare e respirare almeno per qualche anno, lasciaci l'illusione !!! ;P

    Il mio problema è stato l'addormentamento, più che il dormire!!! E adesso, a volte, senza la loro presenza sono io che faccio fatica ad addormentarmi (sindrome di Stoccolma?). Comunque mi hai attirato nello "stormo"! ciao :)

    RispondiElimina
  18. ps: anche la mia ultima è la più "simpatica" e sorridente dei tre! Vuoi dire che è la terapia del lettone???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che in mezzo ci sia un'età di mezzo in cui poter dormire: Aiuto! C'è! E' l'adolescenza!!!
      Non so se è la terapia del lettone, su quattro solo uno è lunatico... sarà il nome? :)

      Elimina
  19. Che dire... A., 15 mesi suonati, dorme quasi sempre nel lettone e nonostante ciò, si sveglia in media 6-7 volte per notte e ha un sonno agitatissimo. Continuo ad allattarla perchè è l'unico metodo funzionante per farla riaddormentare subito.
    Continuo a sperare che crescendo le cose miglioreranno (come è successo con la maggiore), ma il tempo passa e la situazione non accenna a cambiare. Arg!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura mi rispecchio molto in te...Patato però ha 23 mesi!!!

      Elimina
  20. E' solo la frase "il papà, tranquillamente, insegnò al piccolo a dormire da solo" che non mi è affatto chiara, e di cui mi piacerebbe tanto svelare il mistero. Mi chiedo, cosa avrà fatto per convincere il bimbo in soli 3 tre giorni? Lo avrà narcotizzato? Ipnotizzato? Avrà usato una bacchetta magica? Ti prego, chiedigli qual è il suo segreto.
    Noi abbiamo provato varie tecniche (mettendo in pratica gli immancabili consigli non richiesti di "chi ne sa più di noi"), ma sono tutte fallite miseramente.
    Ho anche provato a sospendere l'allattamento notturno visto che, come succedeva a te, si svegliava in continuazione per ciucciare. Risultato: si svegliava il triplo delle volte urlando come una matta.
    Vedo che è incapace di dormire 6-7 ore di fila: arriva a un massimo di 3-4 ore, poi fa microsonnellini di un'ora circa, durante i quali è agitatissima. Ho provato a chiedermi il perchè (mal di denti, stipsi, fame, nervosismo, stanchezza), ma non è servito a molto, perchè "ce n'è sempre una".
    Mi sono così abituata a svegliarmi in continuazione, che le rare volte in cui mia figlia ha dormito un po' di più, io ho avuto una crisi d'insonnia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un bacino, una carezza e lo cullava un po' sul sederino... le prime tre notti è stata dura, perché lui si svegliava di continuo per essere allattato. Che faccina delusa quando vedeva arrivare il papà invece della mamma-latte! Poi si è rassegnato. Ogni tanto si sveglia ancora e chiama: se ci va il papà, si riaddormenta subito, se ci vado io è finita: vuole stare in braccio e non vuole più mettersi a dormire. Questo per quanto riguardo il quarto. Il secondo stanotte è venuto per ben tre volte nel lettone...
      Comunque, per Elia, era proprio il fatto di essere usata come ciuccio che gli impediva di dormire. Io gli ho sempre allattati fin verso i 18 mesi: quando smetto passiamo una settimana dura, con il bambino che non capisce, e la tentazione di riprendere è forte. Poi penso che sarò punto e a capo e resisto... Buona domenica!

      Elimina
  21. Grazie, riproverò...
    Buona domenica anche a te!

    RispondiElimina
  22. che tenerezza.
    per noi è stato un po' diverso, ma ora va bene, c'è un buon equilibrio di sonno "ognun-per-sé" e "coccole-nel-lettone".

    RispondiElimina
  23. :) grazie di aver aggiunto il tuo commento: è lo stesso equilibrio che pian piano abbiamo raggiunto anche noi!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...