lunedì 18 aprile 2011

Sono una mamma

Con lo sguardo seguo i miei figli più grandi varcare trotterellando il portone della scuola. Il piccolo in braccio, Orlando attaccato ad un suo piedino, frugo nella borsa in cerca delle chiavi dell'auto. Un'amica passa, mi guarda, domanda: "Ma tu, da che cilindro sei uscita?"
Scruto furtivamente lo specchietto: il rossetto è al posto giusto, non spalmato sulla faccia. Occhieggio i miei piedi: no, non sono uscita con le pantofole. Studio i miei bimbi: no, non sono più sbrindellati del solito. Tiro un impercettibile sospiro di sollievo.
Da che cilindro sono uscita? Con questo post partecipo all'iniziativa di MammaMoglieDonna.

Sono una mamma.
Sono una mamma che fa la mamma e basta.
- Professione?
- Mamma.
- Non c'è. Metto casalinga.
- Eh no! Io non sono una casalinga, proprio per niente. Non ho rinunciato ad un lavoro retribuito per lavare piatti e pavimenti gratis,  questo lo faccio da quando ho quindici anni. Ci ho rinunciato per fare la mamma. E poi, se vedesse casa nostra, mi licenzierebbe subito, come casalinga. Lei metta mamma.
- Non posso, non c'è.
- Allora metta Libera Professionista.

Sono una mamma che, nella sua libera professione, cerca di tenersi informata.
In libreria, alla cassa:
- Cara, io mi sono preso i fratelli Karamàzov. Tu che hai lì? Mmmh... Come allevare un bambino felice, i problemi dei bambini, le gioie del bambino, il bambino triste, il bambino testardo, il bambino da 0 a 40 anni...Cara, non ti sembra di esagerare?
- No, no. Mi aggiorno.

Sono una mamma che non piace a tutti, come tale.
- Cosa! Il quarto figlio? Ma tu, voglia di andare a lavorare, proprio non ne hai!
Anche:
- Siete molto fortunati ad avere dei figli così allegri ed educati. Davvero, molto, molto, fortunati.

Sono una mamma fin troppo apprezzata, a volte.
- Stasera ho la lezione di yoga.
- No, mamma, non andare!
- No, mamma, non ci lasciare!
- No, mamma, ti prego!
- Mamma, tu sei la nostra mamma!
- Ecco, appunto. Per continuare ad esserlo, vado a fare yoga. Io esco, tesori miei!

Ma a volte, no.
- Mamma, perché papà è fuori casa tutto il giorno? Mi manca tanto.
- Perché deve lavorare per guadagnare i soldi che ci servono per vivere. Io lavoro dentro casa, lui lavora fuori casa.
- Ma non ci puoi andare tu a lavorare, fuori?
- Allora sarei io a stare via tutto il giorno!
- Beh, non importa. Staremo con papà!

Sono una mamma sfinita, ogni tanto.
- Ehi guardate, la mamma si è addormentata sul divano!
- Shhh, non svegliamola, lasciamola riposare.
- Facciamole una sorpresa: mettiamo a posto tutta la casa.
- Si, si, daì, facciamolo!

Sono queste e tante altre cose, come tutte le mamme del mondo.
Soprattutto, sono una mamma, una moglie, una donna,  immensamente grata  per ciò che la Vita le ha donato.

32 commenti:

  1. Splendido come tutti i tuoi post... Sei una super mamma e una persona meravigliosa!!! :D
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Mamme come Libere Professioniste??? Mi piace!!!

    RispondiElimina
  3. Al burocrate (maschio) non piaceva tanto, ma l'ha messo lo stesso...Lo avrò terrorizzato per benino.

    RispondiElimina
  4. BELLISSIMO!
    Grazie di aver partecipato.

    RispondiElimina
  5. Già lo sapevo che mi sarebbe piaciuto tanto, tantissimo!

    i tuoi figli sono meravigliosi... saranno usciti dallo stesso cilindro!!!

    RispondiElimina
  6. Fantsstico :-) anch'io non mi sento proprio una casalinga :-)

    RispondiElimina
  7. Bellissimo racconto! Hai talento neella scrittura. Hai già pubblicato qualcosa?

    RispondiElimina
  8. Aspettavo il tuo contributo al contest con trepidazione, e facevo bene! ;)
    Io sono molto più arrendevole quando si tratta di riempire moduli, ma spero di impratichirmi, imparando dalle professioniste!

    RispondiElimina
  9. leggendo i tuoi post mi sembra proprio di essere nel tuo salotto, o nel tuo giardino, o nella tua cucina... o seduta accanto a te sul letto di tuo figlio mentre ti rigiri tra le mani il suo diario segreto ;), mi piacciono tanto proprio per questo motivo...

    RispondiElimina
  10. Bellissimo Bellissimo Bellissimo!
    Grazie per questo post, grazie per essere una mamma!

    RispondiElimina
  11. @ Tutte le gentili blogger e non che passano di qua: ragazze, GRAZIE davvero! Mi fate piangere dalla commozione, sul serio!
    @Tatiana: pubblico...sul blog!
    @Grillo e Suster: dovremo fondare il movimento delle "mamme, punto e basta"!
    @Tri: grazie, compagna di pancia d'aprile!
    @Busy: ;) mi sa che ti perderesti in mezzo al caos...
    @Alchemilla: sentiremo come la penseranno i miei figli, sul fatto di essere la loro mamma, quando saranno in piena, ribelle, adolescenza! (E qualcuno mi sa che lo è già, a soli 5 anni...).
    Ora torno in giardino col piccolo...Ero scappata in casa perché un cagnone sconosciuto voleva assaggiarci. Speriamo se ne sia andato...Buon pomeriggio a tutte e grazie ancora!

    RispondiElimina
  12. fare la mamma... non penso proprio che sia meno impegnativo di un lavoro riconosciuto...anzi verrà riconosciuto dai tuoi figli...quindi molto ignorante chi pensa che una donna faccia il quarto figlio per non lavorare...di lavorare una mamma non smette mai. i figli gli deve aiutare a crescere tutto il giorno e spesso anche la notte. per me invece le persone come te sono di esempio...vivono la loro come una vera "missione" e non come un capriccio passeggero. brava brava brava
    kiara

    RispondiElimina
  13. Bellissimo post!Come gli altri del resto! libera professionista,bella idea, anch'io mi definisco più mamma che casalinga:basta dare un'occhiata a casa mia e io di figli ne ho uno! Chissà però quanto durerà...presto mi sa che toccherà trovare qualcosa da fare anche fuori casa...ma per ora non ci voglio pensare!Baci

    RispondiElimina
  14. Come sai raccontarle tu...nessuno!!!

    RispondiElimina
  15. Tutte le volte che ti leggo riesci a farmi commuovere, sei davvero una bella persona!
    Complimenti sinceri per questa meravigliosa famiglia che hai proprio grazie a te!
    Un abbraccio grande grande
    Anna

    RispondiElimina
  16. brava brava e ancora brava.
    Ho sempre sognato avere una famiglia numerosa come la tua e dedicare la mia vita alla loro.
    I troppi debiti ce lo impediscono...come si può scegliere tra il denaro indispensabile per vivere e la famiglia?mha...

    RispondiElimina
  17. Bellissimo il tuo post davvero mille complimenti!

    RispondiElimina
  18. @kiara: ciao...Come stanno i piccoletti?
    @Ele: Neanche io ci voglio pensare troppo. Per ora va bene così, poi si vedrà.
    @MimìO. grazie, cara! :)
    @Giglio:Ricambio l'abbraccio, con sincerità.
    @Anonimo: Cara, mi spiace tanto leggere quello che hai scritto...A volte gli ostacoli sono così grossi che bisogna mettere da parte i propri sogni. Non rinunciarci però! Non si sa mai...Magari in qualche modo li potrai un giorno realizzare! Un abbraccio e grazie per essere passata e aver lasciato un commento.
    @Elisabetta: grazie di cuore anche a te!

    RispondiElimina
  19. devi essere davvero una Mamma merevigliosa.

    RispondiElimina
  20. Spling!Mi son commossa!Anch'io immagino la tua casa, piena di gioia. Ti ammiro tanto! Mi piace libera professionista.

    RispondiElimina
  21. @Grazie a tutte, grazie per esservi fermate a leggere. Buona giornata!

    RispondiElimina
  22. Sai che mi piace sempre di piu' leggerti?
    Mi piace soprattutto quel "mamma libera professionista", ed il fatto che tu faccia yoga! Ma come ci riesci? Io non ci riesco manco con una figlia....
    Bel post, complimenti.
    A proposito, per renderti la vita ancora piu' allegra e leggera (ma mi sembra che te la cavi benissimo da sola!) ti ho lasciato un premietto sul mio blog:
    http://mammachecasa.blogspot.com/2011/04/di-premi-riflessioni-considerazioni-e.html
    Baci

    RispondiElimina
  23. che bel post
    sono contenta di aver scoperto il tuo blog tramite questo giveaway.
    da oggi sono una tua followers
    ciao
    Antonella

    RispondiElimina
  24. come darti torto....casalinga e mamma sono 2 cose assolutamente diverse...comunque io yoga l'ho dovuta abbandonare, appena diceva "rilassatevi....." mi rilassavo troppo e mi addormentavo così ho optato per qualcosa di aerobico ed è sicuro che non mi addormento!!!!!!!

    è sempre un piacere leggerti

    un abbraccio SUPERMAMMA!!!!!!
    a presto CRI

    RispondiElimina
  25. @Antonella: benvenuta!
    @mammadesign e cri: mi piace troppo lo yoga per rinunciarvi. Quando riesco lo faccio fare ai pargoli, in sala. Anch'io temo di addormentarmi durante il rilassamento: ogni tanto apro gli occhi per scongiurare il pericolo! Comunque di gente che si addormenta (e russa) ce n'è!

    RispondiElimina
  26. Che bel post davvero, carino e dolce al punto giusto!!,ti ammiro tanto sai?

    RispondiElimina
  27. Davvero un bellissimo post! Come sempre!!!!!

    RispondiElimina
  28. @finalmentemamma e tris: ricambio di cuore, è un piacere leggere anche voi!

    RispondiElimina
  29. ciao sono venuta a conoscerti..splendido post...a presto!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...