martedì 16 ottobre 2012

troppe cornicette


Due grembiulini blu svolazzano su per le scale della scuola. Appena prima di sparire dentro il portone si voltano e sorridono. Poi scompaiono.
Uno zaino munito di gambe e braccia si trascina pesantemente su per le scale della scuola. In ogni passo c'è tutta la sua rabbia. Appena prima di sparire dentro il portone, il grosso zaino si volta, rivelando un faccino congestionato dal pianto.  Due occhi colmi di lacrime mi fissano disperati e accusatori. Mi si stringe il cuore. Poi lo zaino scompare oltre la soglia.
Manina nella mano,  Elia ed io rimaniamo sul marciapiedi deserto. Un po' smarriti.
Le otto di mattina. Sono già stanca...

- Buongiorno, bambini, è pronta la colazione!
- Ciao, mamma!
-  Buongiorno, mamma. Che sonno...
- Già ora di alzarsi?
- Io, non mi alzo.

La colazione non gli va bene. Il latte non è abbastanza freddo. O non è abbastanza caldo.
I biscotti non sono quelli giusti. Perché i fratelli lo guardano storto? Sono un mucchio di puzzoni.
- Io non mangio.
- Ma prima di andare a scuola, la colazione la devi fare...
- Ma io a scuola non ci vado.
- Orlando, a scuola tu ci vai.
- NO, NON CI VADO! OGGI C' E' LA MENSA, LA GIORNATA E' TROOOPPO LUNGA!!!

- Bambini, sbrigatevi a vestirvi! I grembiuli... le giacche... i cestini del pranzo...
- Io a scuola non ci vado. E' noioso.
- Orlando, se non indossi la giacca te la metto io, e allora, sono guai!
- MA MAMMA, LA SCUOLA E' BLEAH!
- Ma dai, Orlando, che fai arrivare in ritardo anche noi!
- Giacomo, stai zitto, per piacere. Orlando, sto finendo la pazienza...
- MA, MAMMA,  MILLE ORE A SCUOLA! A SCRIVERE SOLO DATE E A FARE   CORNICETTE  E CORNICETTE E CORNICETTE! TUTTO QUEL TEMPO SPRECATO!
- Be', mille ore proprio non sono...
- Leonardo, zitto anche tu.

Poi, finalmente, partiamo.

Appena prima di salutarci, Orlando si stringe a me.
- Mamma? Sai, anche se mi annoiano tutte quelle cornicette, io però mi impegno lo stesso...
Gli arruffo la zazzera bionda.
- Lo so, piccolo.

Da un mese è così, ogni mattina.

Ma la settimana prossima inizia il mio corso di yoga.

OOOOOOOOOOOM.


34 commenti:

  1. vero, c'è la mensa: la giornata è troooooooppo lunga!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) speriamo che si abitui prima che finisca il corso di yoga!

      Elimina
  2. I giorni lunghi non sono graditi nemmeno da queste parti. Le insegnati della canaglietta hanno praticamente saltato le cornicette e si sono buttate direttamente sulle lettere in tutti gli stili contemporaneamente (stampatello, stampato, corsivo minuscolo e maiuscolo). Mi sa che in quella classe sono tutti dei geni per non fare una gran confusione!
    Una pacca solidale a Orlando da parte nostra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche Orlando fa le lettere in tutti gli stili (per ora le vocali). E' che forse lui sperava in qualcosa di più, metti anche che vede i fratelli più grandi. E probabilmente nelle giornate lunghe ha nostalgia di casa...

      Elimina
  3. Risposte
    1. No, ma evidentemente per il mio bambino combattivo, ne fanno troppe... (colorare e cornicette, due cose orrende!).

      Elimina
  4. azz! non ti invio proprio... dev'essere molto pesante, per entrambi...
    Il mio non vede l'ora di mangiare in mensa, cerco solo di non considerarla un'offesa!
    Mi dispiace, davvero!
    (speriamo che la smettano con 'ste cornicette :P)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miei il pasto se lo portano da casa... sarà quello? La solita cucina di mamma?

      Elimina
  5. non deve essere facile,per tutte e due.Perche' non dici qualcosa all'insegnante?io ho lo stesso problema con la mia mezzana che all'asilo non ci vuole andare,si annoia dice.Molti esercizi di logica e poco spazio al gioco libero...ma che devo fare???e' all'ultimo anno e deve andare.in bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le insegnanti mi piacciono è Orlando che forse si aspettava qualcosa "da grandi" già il primo mese...
      In bocca al lupo anche a te! :)

      Elimina
  6. Cornicette?? pure io le odiavo, erano una noia!! ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. E Orlando è sicuramente più ordinato di quanto non lo ero io!

      Elimina
  7. come fai non lo so proprio! anch'io dovrei andare a fare un pò di yoga!

    RispondiElimina
  8. Immagino sia complicato per Orlando passare dall'homeschooling alla scuola tradizionale, ci sono tempi diversi e adattarsi richiede tempo... Anche io in prima elementare mi annoiavo (anche se le cornicette mi sono sempre piaciute!), perchè non avendo potuto frequentare regolarmente la materna per problemi di salute e dovendo preferire attività sedentarie, avevo già imparato a leggere. La mia maestra però aveva saputo valorizzare me e altri bimbi che erano più avanti rispetto agli altri e ci dava delle attività adatte a noi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti anche Orlando sa già scrivere e leggere, proprio perché era interessatissimo ha imparato da solo guardando i suoi fratelli. Non ho pensato all'anticipo (è nato ad aprile) perché penso sia meglio rispettare i tempi giusti. La scuola diverrà interessante più avanti! Anche io ho pensato all'homeschooling, però Giacomo in prima piangeva tutti i giorni (per fortuna è meno combattivo del fratello) e l'asilo lo aveva fatto! Comunque senz'altro c'è tanta nostalgia di casa...
      Grazie per avermi raccontato la tua esperienza.

      Elimina
  9. C'è un posto anche per me al tuo corso...io ho cominciato oggi ha prendere fiori di Bach e da un mese a questa parte la nostra storia è molto simile alla vostra!!! Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo finisca presto sia a casa tua che a casa mia! Un abbraccio anche a te! :)

      Elimina
  10. Ma ancora si usano le cornicette? Allora era la mia maestra ad essere un'avanguardista: io non le ho mai fatte, nè asticelle nè cerchietti... ma che noia scusa, anche lui ha ragione! Dai non penso che andranno avanti ancora per molto, prima o poi passeranno a qualcosa di più... coinvolgente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nelle cornicette io ero un disastro...
      Gli do ragione per quanto riguarda la noia, ma una scenata ogni mattina... NO! E per uno che si chiama Orlando, una scenata è una scenata con i fiocchi...

      Elimina
  11. qui la stessa solfa...ma ce la possiamo fare...ommmmmmmmm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ommmmmmmmmmm.
      E tu ne hai due!!!
      ommmmmmmmmm ommmmmmmmmmm

      Elimina
  12. ooooooommmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm
    ;-)

    RispondiElimina
  13. mi unisco al vsostro ommmm generale ...cosi' per solidarietà visto che io sono solo alla materna e già nik dice che la scuola è bleah!!!

    RispondiElimina
  14. in bocca al lupo mamma super...comunque che noia le cornicette!!

    RispondiElimina
  15. @ Gaia, franci e mammasorriso: grazie, ragazze! Oggi è andato a scuola tutto sorridente... mah!

    RispondiElimina
  16. sei sempre troppo simpatica!
    pensa che mio figlio, casualmente, quando c'era la maestra Franca aveva sempre mal di pancia...abbiamo vissuto 5 anni così...
    Ciao, buon fine settimana e auguri per il corso di yoga, piacerebbe farlo anche a me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da noi è la maestra di inglese che fa vedere i sorci verdi a tutti... :)

      Elimina
  17. Ho cominciato anch'io il corso di yoga, ma mi sa che avrei dovuto cominciarlo anni fa ! la mia grande ancora oggi che fa la terza superiore in un istituto d'arte va a scuola ognni mattina come se dovesse prendere il pullman per Gardaland : beata come una Pasqua !
    mentre la piccola che frequenta la quarta media ogni mattina è una tragedia, vigliaccamente avevo delegato per motivi di lavoro a mio marito e a mio papà il mandarla a scuola ogni mattina degli ultimi otto anni, ma essendo a casa dal lavoro da maggio mi tocca!!!
    Il mercoledì mattina quando entro alla lezione di yoga sono sul velenoso dopo aver già lottato con lei per svegliarsi/alzarsi/andare a scuola , ma per fortuna riesco sempre a rilassarmi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello il corso di yoga al mattino! Io lo faccio alla sera e ho sempre paura di addormentarmi durante il rilassamento... ( cosa che succede spesso agli uomini, che poi russano anche!).

      Elimina
  18. Se puo' consolare da noi sono tre anni e non passa. Non è che Gioele non voglia andare a scuola, mai un mal di pancia o una lacrima (per ora!) ma non vuole fare i compiti e non capisce perchè un bambino debba studiare tutto il giorno. uhh, quanta rabbia da gestire......
    Il fatto è che io avrei bisogno di un pacchetto completo tra Fiori di Bach, yoga 3 volte alla settimana e tutor per il mio benessere psico.
    alessandra

    RispondiElimina
  19. Ma che so' le cornicette? I ghirigori per imparare a tenere in mano la matita? Al Padawan facevano fare i pallini per imparare i numeri, 10 pallini per i numeri da 1 a 10, poi 20, 30 ... immagina la pagina con 100 pallini! Alla Principessa invece è andata molto meglio, niente pallini e a novembre già scrivevano in corsivo.

    RispondiElimina
  20. @alessandra: ma di compiti gliene danno effettivamente molti o è Gioele che pensa che siano troppi? Intanto, domani comincio!
    @Cenerella: sono dei disegnini ripetitivi che abbelliscono la pagina del quaderno. Anche Orlando ha cominciato con tutti gli stili da subito...

    RispondiElimina
  21. 6cuori a me i compiti non sembrano molti, qualcosina tutti i giorni. gioele reclama piu' tempo per giocare (ahime' il tempo pieno tutti i giorni) e la sua difficolta' a leggere, memorizzare e ripetere non giova in 3^ elementare! alla fine della settimana siamo tutti stressati.....
    alessandra

    RispondiElimina
  22. E parlarne con le maestre? Magari potrebbero proporgli qualcosa di alternativo!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...