venerdì 29 aprile 2011

Poche parole


La vita virtuale della blogosfera e la vita reale si intrecciano in qualche modo. A volte piace, ma a volte no. Io tendo a riversare nel mio blog la mia gioia di vivere, ma oggi no.
 Perfavore, chi passa di qui rivolga una preghiera ad un piccolo ragazzo di diciotto anni, che se ne è andato, chissà perché. Magari poi mi pento di questo post, ma è più bello se tante preghiere arrivano a Chi di dovere.

20 commenti:

  1. conta su di me....

    Abbracci virtuali ma sentiti.

    RispondiElimina
  2. anch'io ti sono vicina... un abbraccio forte

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. purtroppo certe tragedie non hanno spiegazione...un abbraccio forte.
    CRI

    RispondiElimina
  5. .. questa e' da parte mia....

    elena

    RispondiElimina
  6. eccomi... ci sono ! un abbraccio e una preghiera anche da parte mia .

    RispondiElimina
  7. ...una preghiera ortodossa da parte mia

    RispondiElimina
  8. Ti sono vicina e mi unisco senz'altro alle tue preghiere...
    Ti abbraccio fortissimo con affetto

    RispondiElimina
  9. Purtroppo non si sa ciò che la vita riserva ad ognuno... Mi unisco alle tue preghiere e prego anche per una persona che conosco, mia coetanea, giovane mamma di una bimba di quattro anni, che sta lottando per tenersi aggrappata alla vita contro un mostro che la consuma, così giovane...

    RispondiElimina
  10. Mi unisco alle vostre Preghiere.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. C'è un tempo per ridere, e sorridere, e c'è un tempo per le lacrime, i pensieri, i silenzi. Un pensiero affettuoso da parte mia.

    RispondiElimina
  12. A certi drammi non esiste una spiegazione, spesso si parla di destino... un abbraccio

    RispondiElimina
  13. ti sono vicina anche io...pregherò per questo angelo e per la sua famiglia!

    RispondiElimina
  14. Non sono religiosa, ma credo che una preghiera possa essere degnamente sostituita da un pensiero di amore, comprensione e empatia per chi in questo momento sta soffrendo. Le parole non cambiano il corso degli eventi ma ti possono far sentire meno solo.

    RispondiElimina
  15. un po' in ritardo ma ci sono anch'io con la mia preghiera, non tanto per lui quanto per la sua famiglia perchè so che è per chi resta che è dura...ho già visto due volte un lutto così...so che è quello che sconvolge di più

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...